Elena Salmistraro per Cedit: la mitologica Chimera come fonte d’ispirazione

Cedit – Ceramiche d’Italia si affida al talento di Elena Salmistraro per la realizzazione di una collezione dall’intensa carica simbolica.

L’estro creativo della designer, caratterizzato da un linguaggio espressivo distintivo e personale, utilizza il prodotto ceramico e le tecnologie innovative ad esso applicate, per sperimentare l’utilizzo di diverse texture tridimensionali.

CHIMERA è una collezione estremamente decorativa che, proprio come la figura mitologica greca da cui prende il nome (incrocio tra un quadrupede con sembianze di leone e di drago, con l’innesto di una testa caprina sul tronco centrale), miscela in un unico corpo differenti effetti tattili, in solco o in rilievo.

Quattro i temi grafici sviluppati all’interno della collezione: Empatia, Radici, Ritmo e Colore.

In Empatia si mescolano volti di clown a richiami grafici dell’Art Déco; in Radici vengono usate le trame delle pelli e del cuoio; Ritmo vede il dialogo tra la texture del tessuto e i disegni di Gunta Stölzl e Anni Albers; infine Colore ha una base puntinata che si accosta alla densa presenza di sagome ripetute.

La gamma della collezione è completata da una serie di lastre neutre di riposo. Il risultato è sorprendentemente dinamico e stimolante per uno stile decorativo che vuole comunicare con tutti gli elementi della stanza in cui è inserito.

“Questa collezione è un lavoro introspettivo – spiega la designer – parla della mia vita, di come io disegno. Chimera è come un libro composto di quattro diversi capitoli: ho voluto differenziare questi motivi grafici e avere quattro storie totalmente differenti. La collaborazione con CEDIT è stata davvero molto stimolante, una bellissima sfida che ci ha permesso, insieme, di costruire qualcosa di nuovo, di sperimentale, di interessante”.

 

florim.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: