Brabantia: riordinare non è mai stato così bello!

In ogni casa in cui ho vissuto da adulta si è sempre verificato uno strano fenomeno a cui io ho dato il nome di “angolo della vergogna”. Ossia quelle zone della casa che, sembrerebbe, in modo spontaneo tendono ad attirare a sé un accumulo compulsivo di oggetti non ben identificati e che ancora non hanno una loro destinazione definitiva.

Negli ultimi 13 anni ho cambiato 5 case (ebbene sì…) e in ognuna di queste c’era un “angolo della vergogna” che sfuggiva completamente al mio controllo e che si autoeleggeva a posto più adatto per appoggiare cose in attesa di una sistemazione (che non avveniva mai ovviamente).

Questa cosa mi lasciava sempre molto perplessa perché io adoro riordinare e nella vita precedente ai figli (con un sacco di tempo libero) arrivavo addirittura ad impilare le maglie nell’armadio per colore e ad allineare in modo maniacale le riviste sul tavolino.

Più le case sono grandi più “angoli della vergogna” ci saranno. Con l’arrivo dei bambini e il moltiplicarsi delle cose (possediamo davvero troppi oggetti…) ho cercato di arginare questo fenomeno di accumulo cercando di buttare o regalare abbastanza velocemente le cose che non servivano più e ironicamente ora le loro cose sono più in ordine delle mie!

C’è un punto particolare nella mia camera da letto che trovo davvero disturbante e che non sono mai riuscita a sistemare come vorrei. Parlo della zona di fianco al letto, dove mi spoglio la sera e mi cambio appena rientrata a casa.

Avendo io dei vestiti che indosso solo in casa, mi si poneva il problema di dove poter appoggiare le cose mezze pulite che avrei indossato di nuovo e dove tenere i vestiti comodi da casa. Per non parlare poi di copertine e cuscini aggiuntivi che utilizzo a letto, libri e riviste, creme per il corpo, insomma si creava un caos in piena regola.

La collaborazione con Brabantia mi ha permesso di riorganizzare questo angolo trascurato con stile e criterio.

L’appendiabiti della collezione LINN è un oggetto bello e versatile. Può’ essere utilizzato sia come stendino all’interno della zona lavanderia che come supporto per i capi e gli accessori che lasciamo in giro, come nel mio caso.

La struttura è solida e spaziosa, inoltre i ripiani sono regolabili in altezza e può davvero fungere da soluzione multifunzionale!

La cesta portabiancheria richiudibile ha un aspetto elegante e contemporaneo in una tonalità di grigio sofisticato e bordi in bambù.

I dettagli fanno la differenza, lo dico sempre. Le grucce in alluminio di questa collezione hanno un design davvero curato e ingegnoso. Oltre agli incavi per appendere abiti con le spalline, hanno un particolare taglio che permette di infilare comodamente camicie e maglie dal collo stretto senza doverle sbottonare o dover infilare la gruccia da sotto.

Ho riordinato questo “angolo della vergogna” grazie a Brabantia e spero di mantenerlo così a lungo. E voi avete degli “angoli della vergogna” sui quali proprio non riuscite ad intervenire? Ve la sentite di mandarmeli o sono troppo “vergognosi”?

Per maggiori info andate sul sito www.brabantia.com, troverete tanti spunti interessanti per pulire e riordinare casa con stile.

 

*Post in collaborazione con Brabantia. Foto @ritaglicreativi.

Le opinioni espresse in merito al prodotto sono personali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: