Arredare con le piante: 3 stili a confronto

In questi ultimi anni anche chi non è provvisto di pollice verde non può non essersi accorto dell’ondata green che ha travolto riviste o siti specializzati nella decorazione d’interni.

E’ ormai palese, il verde arreda e lo sa fare anche meglio di tanti oggetti che ingombrano le nostre case. Le piante sono un toccasana per l’ambiente, mettono di buonumore, aggiungono una nota di colore e ci danno la possibilità di creare scenografie negli angoli di casa più anonimi.

Avete letto il post dedicato a Satoshi Kawamoto? Questo guru del verde ha insegnato che non ci sono limiti alla creatività anche nell’utilizzo delle piante. Avete sempre desiderato un’atmosfera Urban Jungle nel salotto di casa? Bene, sbizzarritevi come fa lui (le boutique fanno a gara per avere le sue pazze creazioni).

Se le piante sono ormai delle vere e proprie protagoniste nella decorazione d’interni, cosa dire dei portavasi?

Non sottovalutate questo dettaglio perché il giusto portavasi vi aiuterà non poco a realizzare lo stile che avevate in mente. Come sempre, sono i dettagli a fare la differenza e anche il contenitore in cui sistemerete le vostre piante determinerà il mood stilistico della stanza.

Come? Guardate un po’ come piante e portavasi vengono inseriti diversamente nei vari contesti in base allo stile che si vuole riprodurre.

SCANDI-BOHO STYLE

Gli stili si contaminano a vicenda, si cercano e molto spesso convivono cos’ bene all’interno della stanza da far nascere nuove tendenze di arredamento. E’ il caso dello stile Scandi-Boho emerso da qualche mese e già diventato un trend.

Mischiare lo stile nordico ad altre atmosfere più calde e vivaci è un bisogno che io stessa condivido. D’altronde la pulizia e il rigore dello stile che arriva dai paesi scandinavi deve in qualche modo essere scaldato da accessori dai toni più accentuati e vibranti.

Vediamo qualche interno Scandi-Boho e in che modo le piante vengono in esso inserite. Noterete grandi portavasi in rattan e tanti materiali naturali in un mix perfettamente equilibrato.

12345

STILE JAPANDI

Se non sapete cosa sia potete leggere il post su come creare lo stile japandi. In questo caso si parla di fusione tra due culture prima che di due stili, quella scandinava e quella giapponese, che (forse vi sorprenderà) hanno molte cose in comune.

Tipo cosa? Beh, sicuramente puntare all’essenzialità delle cose e ad avere ambienti sereni ed accoglienti. Sgombrare le stanze da oggetti inutili e prediligere un arredamento hand made con materiali naturali (legni grezzi e poco lavorati). Un modo di vivere la casa che si traduce in uno stile.

E le piante? Qui entrano in modo discreto e ben studiato.

12345

MID-CENTURY MODERN STYLE

Questo stile, molto in voga in questo momento, consiste nell’utilizzo di complementi d’arredo della metà del secolo scorso (anni ’50/’60). Mobili prevalentemente in legno di tonalità media, rialzati da terra, con forme pulite e senza intarsi. I tessuti sono colorati e con pattern geometrici. Anche le piante sono rialzate da terra da supporti sottili. Vediamo qualche ispirazione green mid-century.

12 – 345

Avete già scelto che stile riprodurre? E le piante?

#getinspired!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: