Vito Nesta ci porta nella sua “stanza delle meraviglie”

Atmosfere barocche, pareti affrescate, grandi finestre colme di luce…stiamo parlando di una vera stanza delle meraviglie!

Vito Nesta torna ancora una volta ad indagare il passato come fosse per lui un’inesauribile fonte di ispirazione.

Dopo averci trasportato nelle incantevoli atmosfere dell’Impero Romano d’Oriente con le collezioni Costantinopoli e Topkapi, il designer di origine pugliese ci fa assaporare gli antichi sfarzi delle nobili casate.

Una stanza colma di significati quella che verrà allestita durante la Milano Design Week, per presentare la collezione di carte da parati Heritage disegnata per Limonta.

Un viaggio immaginario tra Oriente e Occidente tra simboli dello sfarzo barocco e riferimenti alle antiche tradizioni del mondo asiatico.

Un dialogo tra mondi antichi dove convivono creature fantastiche e atmosfere degne di una corte nobiliare.

Camera con vista

Un allestimento come questo non poteva che essere ospitato in una cornice da favola. Sto parlando di Palazzo Litta che all’interno di una delle sue sale vedrà fluttuare nell’aria queste splendide carte da parati decorate.

La luce che si riflette nell’acqua, accentuerà la magia di questa stanza, dove stupore e immaginazione trovano il luogo ideale in cui manifestarsi.

Una collezione che ci racconta i secoli di storia del tessuto con una rivisitazione dei Gobelin ottocenteschi (famosa manifattura francese di arazzi) con le loro trame e le decorazioni a rilievo.

Il mondo orientale è invece rappresentato dalla raffigurazione di creature fantastiche e bighe trainate da animali alati, sullo sfondo di meravigliosi paesaggi floreali.

Un percorso sensoriale che ci accompagna attraverso secoli di storia e ci catapulta in un mondo immaginario ricco di simboli e significati.

 

Heritage Collection
Serie di carte da parati
Vito Nesta per Limonta
Palazzo Litta, Corso Magenta 24, Milano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: