Design “tubolare”: ieri e oggi

Negli ultimi mesi, durante le mie ricerche ispirazionali, ho riscontrato che c’è stato un considerevole ritorno all’utilizzo dei tubolari in metallo nei progetti di design (non l’ho notato solo io vero?).

In particolare ho potuto notare come la loro applicazione non sia più limitata alla realizzazione di semplici sedute, ma si sia concentrata soprattutto nella realizzazione di strutture portanti per divani e poltrone.

Un po’ di storia…

Il tubo d’acciaio nasce, nella produzione industriale, per l’assemblaggio di telai di biciclette, di automobili, applicazioni idrauliche ed edilizie.

Solo negli anni 20 inizia a fare la sua comparsa nei lavori di quei designers e architetti che aderivano al movimento moderno messo in moto proprio in quegli anni.

Ovviamente mi riferisco al Bauhaus, culla del design legato al razionalismo, che vide la nascita della rivoluzionaria sedia Wassily di Marcel Breuer.

Perché rivoluzionaria? Beh, pensate che questa sedia è stata progettata nel 1925 con tubolari d’acciaio nichelato incurvato (il prototipo venne fatto realizzare da un’azienda che produceva biciclette) e rivestita di un tessuto, l’eisengarn, che fu concepito all’interno del Bauhaus stesso e mai utilizzato prima!

Il punto di partenza del design industriale.

 

Ai giorni nostri…

L’azienda Thonet, che rappresentava negli anni 30 il maggiore produttore al mondo di mobili in tubolare d’acciaio, porta avanti con successo la produzione dei suoi classici.

Icone senza tempo come la S32 di Breuer o la S533 di Ludwig Mies van der Rohe sono ancora attualissime.

Ma torniamo a quanto accennato all’inizio. Ho selezionato una serie di sedute che vedono l’utilizzo dei tubolari metallici non solo come come elemento portante della seduta ma come parte integrante del progetto stesso.

Konstantin Grcic per Cassina

Con questo sistema di sedute modulari si possono creare diverse combinazioni collegando le unità tra loro attraverso tubi costituiti da quattro diverse parti in metallo, intercambiabili, uniti grazie a giunti invisibili.

Saba Italia

Altreforme

Altreforme – Poltrona in alluminio DROID

Miniforms

Miniforms – Poltrona Diplopia

Gaber

Gaber – Poltrona Place

Bonaldo

Ronaldo – Nikos Low

Tacchini

Tacchini – Poltrona Jacket

Magis

Magis – Poltrona Officina

Deadgood

Deadgood – Poltrona Working Girl

Wiener GTV Design

Wiener GTV Design – Poltrona Chignon

Alias

Alias – Poltrona Eleven

Houtique

Houtique – Poltrona Arco

Stellar Works

Stellar Works – Poltrona Valet

Minotti

Minotti – Poltrona Fil Noir

Arflex

Arflex – Poltrona Ladle

SP01

SP01 – Shu Ying

Selezione prodotti da: archiproducts.com

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: