#Design Tour – “Toys” ovvero come il design può farvi tornare bambini

Premettendo che, spinta da qualche congiunzione astrale benevola, in questo periodo non me ne sto perdendo una, voglio raccontarvi in questo post il mio ultimo Design Tour. Per chi (come la sottoscritta) sente già la mancanza del Fuorisalone, è nato un progetto mensile di mostre tematiche con l’intento di dare una sensazione di continuità tra un’edizione e l’altra della Design Week. Sto parlando di FUORI FUORISALONE / PEOPLE&STORIES concepito dagli ideatori dell’evento Superdesign Show e ospitato nel cuore pulsante di Zona Tortona, il Superstudio Più.

Il filo conduttore della mostra attualmente in corso Toys. Oggetti e arredi ludici in dialogo con l’arte è l’aspetto ludico del design, elemento che evidentemente stimola positivamente le menti creative (vi avevo parlato della mostra We play, you play dello Studio di Architettura “El Equipo Mazzanti” https://goo.gl/VAXAFN).

La mostra punta a far dialogare tra loro oggetti di design selezionati (ALTREFORME, DANIELA GERINI, HAND STUDIO, LAGO, MAGIS, QEEBOO, SLIDE e VALSECCHI 1918) e i famosi Toys dell’artista Flavio Lucchini che da sempre utilizza l’ironia come strumento di comunicazione tra le sue opere e chi le osserva. Come nel caso delle colorate Dolls, una divertente rappresentazione della femminilità sbarazzina e vivace.

Le sculture Dress Toys di Lucchini riportano alla mente l’ingenuità e la gioia di vivere proprie dell’infanzia (caratteristiche che solo pochi eletti riescono a portarsi dietro da adulti…). Sono sculture-giocattolo fatte di cubetti colorati di grosse dimensioni.

FullSizeRender (58)

Gli oggetti selezionati per la mostra si ambientano perfettamente nel mondo colorato e allegro di Lucchini, facendo vivere al visitatore un esperienza di leggera spensieratezza.

Ed ecco una mia selezione dei pezzi esposti…

Stefano Giovannoni trasforma un tenero coniglietto in una divertente seduta (QEEBOO).

IMG_4182

Ed ecco un altro modo dinamico e divertente di concepire la seduta, Thomas Heatherwick e Magis progettano Spun che ricorda un rocchetto di filo o una trottola che ruota su sé stessa.

IMG_4176

I portaombrelli smettono di essere noiosi grazie ai designer di Studio Job, squali dalle mascelle aperte pronti all’attacco vengono utilizzati per riporre un comune oggetto della nostra quotidianità.

shark copia

Valentina Fontana di Altreforme trasforma i Chupa Chups Lollipop in coloratissimi e lucidissimi vasi dallo stile pop.

FullSizeRender (62)

Giò Colonna Romano per SLIDE: lampade dai colori vivaci e forme geometriche ovvero luce che arreda.

FullSizeRender (59)

Potrei dilungarmi oltre ma non voglio rovinarvi la sorpresa, la mostra Toys sarà visitabile fino al 28 luglio. Non perdetevela se anche voi siete rimasti un po’ bambini dentro (ve lo auguro).

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: