ORIGAMI’S KARMA

Ho sempre invidiato le persone che hanno una buona manualità, quelle che creano oggetti, addobbi, decori e lo fanno come se fosse la cosa più semplice di questo mondo. E ci ho provato, eccome se ci ho provato, a trovare il mio sbocco creativo, cimentandomi in varie attività manuali come il lavoro a maglia, la pittura, la macchina da cucire e addirittura il restauro di mobili.

Nessuna di queste cose è diventata il mio hobby principale, vuoi perché sono sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo o semplicemente perché (devo farci i conti) nessuna mi riusciva particolarmente bene.

Perché non provare allora anche con gli ORIGAMI? Questa antica arte mi ha sempre affascinato perché racchiude in sé tradizione, precisione e cura del dettaglio tipiche della cultura giapponese.

Ho scoperto in rete il colorato mondo di Marta Raimo, spumeggiante Digital Copywriter che è riuscita a trasformare la sua passione per gli Origami in un lavoro (e queste storie mi piacciono un sacco…) e realizza tantissimi oggetti decorativi per la casa (ma non solo).

IMG_3384

Quando ho scoperto che avrebbe tenuto dei corsi per insegnare le tecniche base non ho resistito, mi sono iscritta immediatamente e, come ogni volta che ci si imbatte in qualcosa di nuovo, ho scoperto molto di più di quello che mi sarei aspettata. In primo luogo la location, il corso si è tenuto presso lo Spazio Battibaleno in Via Padova 244 – Milano, un negozio/laboratorio di hobbistica dove trovare tutto ciò che riguarda la creatività e la voglia di fare cose con le mani…e anche qui un’altra di quelle storie che mi piacciono tanto. Elisabetta la proprietaria si è reinventata, ha lasciato il lavoro da impiegata per buttarsi a capofitto in questo progetto. Ha creato un luogo d’incontro per persone creative e, partendo dalla propria esperienza, ha voluto realizzare un posto dove le persone traessero ispirazione e potessero reperire tutto il materiale necessario per realizzare le loro creazioni. Per info http://spaziobattibaleno.it/ 

Marta, dopo averci illustrato brevemente la storia degli Origami, ci ha mostrato alcune delle tecniche che sono alla base di questa disciplina. Abbiamo realizzato una delle figure più ricorrenti quando si parla di Origami, la Gru. Questo uccello per i giapponesi è simbolo di purezza e di fortuna, si dice infatti che chiunque riesca a realizzare mille Origami a forma di Gru vedrà il proprio desiderio realizzato.

13777498043_3cb2cbbb6c_k.jpg

Per ora sono a quota due, infatti con Marta ne abbiamo realizzata una con un foglio formato 15×15 e addirittura una con formato 3,5×3,5. I passaggi sono parecchi e richiedono molta attenzione, ecco alcune fasi della composizione partendo dalla scelta della carta:

La più piccola è stata inserita all’interno di un’ampollina di vetro per realizzare un carinissimo ciondolo

IMG_3448

Ma la creatività di Marta non si ferma qui, questa arte si presta a tantissime applicazioni e oltre alla decorazione della casa e ai bijoux, realizza anche dei bellissimi Kusudama (composizioni sferiche composte da più moduli).

 

 

Pensate che le è stato anche chiesto di realizzare dei veri e propri bouquet da sposa interamente in carta.

Andate a vedere tutti i suoi meravigliosi lavori sul sito http://www.origamate.com, vi verrà voglia di iniziare a piegare carta…

Ho trascorso una mattinata diversa, piena di chiacchiere, carte colorate, sorrisi. Mi sono portata a casa un nuovo possibile hobby da praticare e soprattutto un bellissimo porta fortuna, non si sa mai!

IMG_3403

2 Comments

  1. origamate
    2 Maggio 2017 / 23:14

    Bellissimo articolo, sono molto contenta che tu ti sia divertita e poi te la sei cavata benissimo! Alla prossima 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: